About me…

Dreamer, still life learner, art lover, design addicted, beauty ambassador in the world.

My name is Simona and to reach this blog and to understand my true passion in life, like in every other aspect of it, it took me very very long time. I am a person very slow to understand – or, better grab – their own desires, but determined in achieving them, keep them in place and bring them forward with conviction, commitment, pragmatism and love of course!

Like any real passion it comes from  an inward movement. A “penchant” to use the French? In short, a true love for beautiful things and sense of taste.

Every movement of my life – for pleasure, duty or study reasons – I’ve always tried to improve and modify the nest that welcomed me, sometimes personalizing it, some other times distorting or revolutioning it, following my sense of taste.A newborn “interior designer”, often penniless, that realizes ideas and images displayed mentally with the materials available, in a continuous improvement.

I am convinced that, besides styles and tastes, every room and every object must say something about those who experience it, both if it’s vintage or if it’s a new concepts.

I consider the interior design a way to express themselves, another way to communicate, and it can be expressed in a home environment, in public, in an open space … or also in a desert! It is part of the way we present ourselves, as well as the handshake and our every blink or expression. Like our chooses about dresses, makeup, cars or lifestyle, our “nest” tells about us, conscious or not of this particular.Of course, it’s always necessary a certain spirit for observation and the understanding of the person in front of you, “the customer”, if it can be defined.

I prefer the idea of ​​active collaboration when I provide my advice about interiors, such as a “transfer” between psychologist and patient, obviously more healthy and funny! For me it’s exciting to see an environment change and become something different, enhance their uniqueness and their defects, making them the strengths of the restyling … passion driven of course!

Obviously this is very different from my official life. I’m in charge of an office into a finance company, then my every day activity is hard working, practical, and strictly in contact with the reality and often the real problems of people and families.

Why now? Why the blog and what I would like to be?image

Why now … maybe because certain aspects of my life, as well as my former life experiences in other fields, are taking me to bravely get in the game.

Why the blog: it will be a continuous “work in progress”. It’s a newborn creature, in need of precise shapes and tools, and to understand how to move.  It will not be just a collection of pictures and comments, or at least I would not want it was. I wish it could be an inspiration for real solutions, which I would try to suggest and to expose.

What will be the outcome? I don’t know, the journey is long and many projects are ongoing. The “visions” are endless, but luckily “the world is round, so we can’t look too far” (can’t remember the source of the quote, but I share it).

Of course, I have the belief that we could live with passion, but there are many things that I have to learn, experiences to do, information to gather and study, many errors to be done, and many people which can help my growth…so, for now have fun!

Thanks to all those who will follow me and want to have fun, to contact me, criticize me and “make me grow”, to observe the evolution of this new creature. The goal, whatever it is, or will be, we will reach together.

Simona

Le Corbusier with Einstein
Le Corbusier with Einstein 

Mi chiamo Simona Ferrero e per arrivare a questo blog o a realizzare/visualizzare la mia vera passione della vita, come ogni altro aspetto di essa, ci ho messo molto molto molto tempo. Sono una persona decisamente lenta nel comprendere – o meglio afferrare – i propri desideri, ma determinata nel realizzarli, mantenerli in essere e portarli avanti con convinzione, serietà, pragmaticità e amore ovviamente!

Come ogni reale e vera passione essa nasce da un moto interiore un’indole forse? Un “penchant” per dirla alla francese? Insomma, da un vero amore per le cose belle ed il buon gusto.

Da sempre ogni spostamento della mia esistenza, fosse per piacere, dovere o studio ha significato la modifica ed il miglioramento del nido che mi accoglieva, una personalizzazione o stravolgimento, e qualche volta una vera rivoluzione, all’insegna del mio gusto.Una “interior design” in erba e spesso squattrinata che, con ciò che poteva, realizzava idee ed immagini che visualizzava mentalmente, in un continuo lavorio di miglioramento.

Sono convinta che stili e gusti a parte, ogni ambiente ed ogni oggetto devono raccontare qualcosa su chi lo vive, che sia vintage o di nuova concezione.

Considero l’interior design una maniera di esprimere se stessi, un altro modo di comunicare, che esso si esprima in un ambiente casalingo, pubblico, aperto…o desertico! Insomma, esso rappresenta il nostro modo di presentarci, così come la stretta di mano e ogni nostro ammiccamento o espressione raccontano di noi. Come le nostre scelte nel vestire, nel trucco, nella scelta dell’auto o nel modo di vivere, il nostro “nido” racconta di noi; “siamo noi”, coscienti o meno di questo particolare.Certo, non guasta una certa capacità di osservazione e comprensione della persona che hai di fronte “il cliente”, se così si può definire. Io preferisco l’idea di una collaborazione attiva, come di un “transfert” tra psicologo e paziente, ovviamente più sano e divertente!! Forse perché per me è esaltante vedere un ambiente cambiare e diventare qualcosa di diverso.. esaltarne le unicità e difetti, rendendo questi ultimi punti di forza del restyling.. passione of course!

Ovviamente tutto questo si discosta molto dalla mia vita ufficiale, responsabile di una sede di una società finanziaria, quindi un lavoro duro, pratico, a contatto con realtà spesso difficili e con problemi reali di persone e famiglie.

Perché ora, perché il blog e cosa vorrei fare da grande? Innanzitutto grande sono già,  il perché ora…forse perché determinati aspetti della mia esistenza mi stanno portando coraggiosamente a mettermi in gioco, così come l’esperienza di vita acquisita in altri campi.

Il blog: sarà un “work in progress” continuo, è una creatura appena nata e al momento necessitante di forme precise, di strumenti, di comprendere come muoversi; tuttavia non sarà solo una raccolta di immagini e commenti, o almeno non vorrei che lo fosse. Vorrei fosse di ispirazione per soluzioni reali, vorrei cercare di suggerirne di esporne.

Cosa sarò da grande? Non lo so, il cammino è lungo i progetti molti. Le “visioni” infinite, ma per fortuna “il mondo è rotondo perché non si possa guardare troppo oltre” (non ricordo la fonte della citazione ammetto, ma la condivido).

Certo, ho la convinzione che di passioni si possa vivere e si dovrebbe vivere, ma molte sono le cose che io stessa devo imparare, le esperienze da fare, le informazioni da raccogliere e studiare, gli errori da fare, le persone con cui confrontarsi…quindi per il momento divertiamoci!

Grazie a tutti coloro che mi seguiranno e avranno voglia di divertirsi, di contattarmi, criticarmi e “farmi crescere”, di osservare l’evolversi di questo nuova creatura. L’obiettivo, qualunque esso sia o sarà, lo raggiungeremo insieme.

 Simona

image

                                                                                                               

(36401)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *